Category Archives: Sicurezza fisica

Controllo accessi

Il verificarsi di eventi  terroristici e criminosi a livello internazionale ha enfatizzato il ruolo della sicurezza e rafforzato il problema del controllo degli accessi in molte strutture pubbliche e private.
Il controllo degli accessi consiste nel limitare l’utilizzo di sedi operative in base ai diritti posseduti dagli utenti.
Tramite il controllo degli accessi è possibile definire l’autorizzazione o meno all’accesso nei locali e impostare fasce orarie di abilitazione attraverso l’uso di badge. Il sistema consente anche di registrare e mantenere uno storico di tutti gli accessi e anche dei tentativi di accesso.
La definizione e la modifica dei parametri di accesso viene facilmente realizzata attraverso la programmazione dei badge.

Vantaggi e benefici dell’adozione di un buon controllo accessi:

  • Protezione degli asset fisici;
  • Contrastare i tentativi di furto e di frode;
  • Maggiore efficienza nella gestione della sicurezza fisica;
  • Mitigazione del rischio di accesso non autorizzato;

Alcuni sistemi di controllo degli accessi sono:

  • Badge ottici;
  • Badge di prossimità;
  • Badge magnetici;

Recentemente sono stati sviluppati altri sistemi di riconoscimento di tipo biometrico che si basano:

  • sulla lettura dell’iride o della retina;
  • sull’impronta digitale;
  • sulla geometria del volto e della mano.

Videosorveglianza

Nell’ambito della sicurezza fisica riveste particolare interesse il sistema di vigilanza tramite Videosorveglianza, che consiste nel vigilare, generalmente un luogo o un bene, a distanza, tramite l’utilizzo di telecamere strategicamente posizionate.
Un buon sistema di Videosorveglianza non può prescindere da un accurata attività di progettazione, infatti si deve tener conto di una serie di variabili, fra le quali, irequisiti di sicurezza richiesti, il tipo di tecnologia nella trasmissione delle immagini (via cavo e/o wireless) e il tipo di software di supervisione e registrazione (centrale operativa).

Vantaggi
I punti forza nell’utilizzo di un sistema di Videosorveglianza possono essere sintetizzati di seguito:

  • Prevenire probabili situazioni di illeciti;
  • Ottimizzare i costi di gestione della sicurezza;
  • Sorvegliare aree critiche di non facile accesso da remoto;
  • Effetto deterrente;
  • Raccolta di prove documentali mediante registrazione.

Disposizioni di legge
In ambito nazionale si si fa riferimento alla Legge 196 del 30 giugno 2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”


Inoltre il Garante per la Protezione dei Dati con il provvedimento del 29 aprile 2004ha indicato principi e illustrato le prescrizioni generali relative a tutti i sistemi di videosorveglianza.

Di seguito, si riportano alcuni punti:
.. Il trattamento dei dati attraverso sistemi di videosorveglianza è possibile solo se è fondato su uno dei presupposti di liceità che il Codice prevede espressamente per gli organi pubblici da un lato (svolgimento di funzioni istituzionali….
………… La videosorveglianza deve avvenire nel rispetto, oltre che della disciplina in materia di protezione dei dati, di quanto prescritto da altre disposizioni di legge da osservare in caso di installazione di apparecchi audiovisivi……
…………Il titolare del trattamento, prima di installare un impianto di videosorveglianza, deve valutare, obiettivamente e con un approccio selettivo, se l’utilizzazione ipotizzata sia in concreto realmente proporzionata agli scopi prefissi e legittimamente perseguibili……….

Sistema antincendio

All’interno della sicurezza fisica ed allo scopo di proteggere gli asset materiali aziendali, riveste particolare interesse il controllo dei rischi ambientali, fra i quali deve essere preso in considerazione quello relativo a disastri a seguito di incendi.

E’ dovere quindi di un security manager provvedere alla progettazione e messa in opera di un efficiente sistema antincendio. Naturalmente, in conformità con le vigenti norme nazionali, i sistemi antincendio oltre a proteggere gli asset aziendali sono progettati per preservare la vita delle persone umane.

Di seguito si riportano alcuni requisiti di cui un sistema antincendio deve essere dotato:

  • attivazione in modo automatico successivamente alla rilevazione di temperature elevate tipicamente provocate dal fuoco;
  • l’efficienza di funzionamento nel tempo (che può essere garantita mediante un adeguato programma di manutenzione e testing);
  • la conformità alle norme nazionali applicabili.

Di seguito vengono riportati alcuni sistemi antincendio:

  • impianto idrico antincendio a idranti;
  • rivelatori di fumi;
  • evacuazione fumi e calore;
  • estintori portatili e carrellati.

Overview

La sicurezza fisica riveste un ruolo importante nella protezione degli asset aziendali. Essa, generalmente, afferisce alla definizione dei perimetri fisici e alle modalità di protezione fisica contro il danno da fuoco, allagamenti, terremoti, esplosioni, agitazioni civili ed altre forme di disastro naturale o artificiale.

Primo passo per la progettazione di un sistema di sicurezza fisica è la valutazione dei rischi che incombono sugli asset da proteggere.

L’Output di questo processo è l’individuazione delle misure di protezione fisica, ad esempio:

  • Sistemi di allarme;
  • Videosorveglianza;
  • Sistemi antincendio;
  • Vigilanza;
  • Accesso elettronico.

L’obiettivo è quello della:

  • Riduzione dei furti e delle frodi
  • Riduzione degli atti vandalici e criminosi
  • Ottimizzazione della gestione della sicurezza
  • Protezione di dati fortemente sensibili e costosi
  • Riduzione dei rischi dovuti all’accesso di personale non autorizzato
  • Riduzione dei costi derivanti da interruzione o malfunzionamenti di sistemi altamente critici
  • Gestione agevolata, semplificata e veloce delle emergenze

Alcuni di questi metodi di sicurezza fisica sono regolamentati da specifiche norme nazionali che forniscono i relativi requisiti di qualità. Alla pagina www.aipsa.eu è disponibile un elenco ti tale normative.

Per garantire la propria efficienza nel tempo, un sistema di sicurezza fisica di tipo tecnologico deve essere sottoposto ad un adeguata manutenzione ordinaria, infatti qualunque sistema è soggetto con il tempo ad un deterioramento nel livello di prestazione per il quale è stato progettato.